Meno sale: più salute!

Dalla sezione “ABC salute” del sito www.ipasvi.it

Quotidianamente l’italiano adulto assume mediamente 10 g di sale equivalenti a quattro grammi di sodio: quasi dieci volte la quantità fisiologicamente necessaria.

Queste considerazioni vengono dagli esperti del Ministero della Salute e dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN). Un grammo di sale contiene 0,4g di sodio: in condizioni normali vengono eliminati dall’organismo da 0,1 a 0,6 g di sodio. Secondo gli esperti questa è la quantità che va reintegrata con la dieta.

Per farlo, non è necessario aggiungere sale ai cibi assunti: quello contenuto in natura negli alimenti è sufficiente.

E’ bene ricordare che un consumo eccessivo di sale può essere fattore di rischio per diverse patologie a carico di cuore, vasi sanguigni, reni e può favorire la comparsa dell’ipertensione arteriosa.
Oltre a quello contenuto negli alimenti, il sodio è presente nel sale utilizzato in cucina nella preparazione dei cibi e a tavola, nei prodotti trasformati, sia industriali sia artigianali.

Che fare allora …

E’ importante ridurre il consumo giornaliero di sale. Farlo non è difficile, ecco di seguito i comportamenti suggeriti dagli esperti dell’INRAN e contenuti nelle Linee Guida per una sana alimentazione italiana:

  • non usare sale per preparare gli alimenti dei bambini, almeno per tutto il primo anno di vita;

  • ridurre progressivamente l’uso di sale sia in cucina sia a tavola;

  • preferire il sale iodato (arricchito con iodio) al sale comune;

  • limitare l’impiego di condimenti alternativi contenenti sodio quali ad es. dado da brodo, salsa di soia, ketchup ecc.);

  • insaporire gli alimenti con erbe aromatiche: aglio, cipolla, basilico, salvia, rosmarino ecc.);

  • usare succo di limone e aceto per rendere più intenso il sapore dei cibi;

  • scegliere prodotti a basso contenuto di sale;

  • consumare saltuariamente prodotti trasformati ricchi di sale (es. patatine in sacchetto).


Per approfondire e/o trovare ulteriori informazioni potete consultare il sito del Ministero della salute all’indirizzo www.salute.gov.it e il sito dell’INRAN all’indirizzo www.inran.it .

Torna alle news

STUDIO ASSOCIATO INFERMIERISTICO R.S. DI RAINERI G. E STANGA F.

P.IVA/C.F.: 03588660989 - Sede Legale: Via Don Bonsignori 95/C – 25080 Prevalle (Bs) - Sede Amministrativa: Via Dei Caduti 45 – 25038 Rovato (Bs) - Sede Operativa: Via Matteotti 161 - 25086 Rezzato (Bs)

Credit www.andreamazza.com

Privacy Policy Cookie Policy